Texas Hold'em: outs, odds e pot odds come calcolarli e perchè! (seconda parte)

Scritto da: -

calcolatrice%20a%20manovella%20011209.jpg

 

Nell’articolo di ieri (se lo avete perso cliccate quì ) abbiamo chiarito i concetti di outs, odds e pot odds. Vediamo ora in che modo si calcolano!

Outs: come già detto gli outs sono le carte rimanenti nel mazzo che possono aiutarci a migliorare la nostra mano. Esempi: le tue carte sono 5f 6p e al flop scendono Kq 7c 8 p, il tuo progetto è la scala e per comporla avrai a disposizione 8 outs cioè i quattro 4 e i quattro 9. Se invece le tue carte sono Ac 5c e al flop scendono Kc 9c Jf allora il tuo progetto sarà il colore e i tuoi outs saranno 9 (nel mazzo ci sono 13 carte di cuori, due sono nella tua mano, due sono sul board e quindi 13-4=9). Per una scala a incastro saranno 4, per chiudere un poker avendo un tris 1. Per tutte le altre possibilità consultate la tabella di riferimento quì. Preciso che le carte non visibili sul board sono statisticamente a disposizione per effettuare il calcolo ma fisicamente potrebbero essere in possesso degli altri giocatori. Quindi quando cercate di realizzare un progetto e sospettate che anche l'avversario stia cercando di realizzare lo stesso, levate almeno un out e fate attenzione, valutate se l'antagonista una volta centrato il progetto potrebbe avere una mano superiore alla vosta. Memorizzate gli outs disponibili in relazione al progetto realizzabile, soprattutto se giocate a poker online dove i tempi a disposizione per prendere delle decisioni sono molto brevi.

Per oggi è tutto, nel prossimo post chiariremo come si calcolano le odds!

Remember:giocate sicuri solo sulle .it

Il blog Poker è presente su Twitter! E su Facebook cliccando qui

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!